L'Italia è nel mio cuore. In Italia ho le mie radici.

Sono uno dei milioni di connazionali che l’ha dovuta lasciare ed affrontare il difficile inserimento in una nuova società. Da oltre 50 anni faccio parte della “comunità italiana” in Nord America.

Ho deciso di scendere in campo perché sento un profondo desiderio di servire noi e le nostre famiglie. Il governo italiano ha scelto da troppi anni di non curare i nostri interessi e non risolvere le nostre problematiche.

È difficile rappresentare i bisogni e le aspirazioni della collettività italiana in Nord America senza aver fatto parte e vissuto in questa realtà. Noi collettivamente conosciamo le nostre esperienze in questa terra, i nostri sacrifici, le sfide e le opportunità.

Non possiamo accettare lo status quo che ci ha lasciato completamente alienati e distanti dal processo decisionale.

Aspiriamo come collettività italiana in Nord America ad un trattamento giusto ed equo e lotteremo per affermare e difendere i nostri diritti sui vari temi: sistema sanitario, pensioni, tasse, miglioramento dei servizi consolari, riacquisto della cittadinanza.

Se ho deciso di candidarmi e se ora vi chiedo di scendere in campo, è perché credo sia fondamentale portare il governo italiano più vicino alla nostra gente e realizzare insieme una grande alleanza tra connazionali all’estero e italiani in Italia. Un nuovo patto che sosterrebbe ancor di più la diffusione della nostra lingua e della nostra cultura.

I miei valori e principi sono molto chiari: credo nell'individuo, nella famiglia, nell'impresa, nello sviluppo, nell'efficienza, nell’innovazione, nella tolleranza e nella solidarietà. Credo in una politica capace di garantire opportunità a tutti i cittadini, in particolar modo alle donne e ai giovani, e un rispetto profondo per i nostri pensionati.

Il Canada, la terra dove ho imparato il mio mestiere, nell’arco di tanti anni di duro lavoro mi ha dato la possibilità di diventare imprenditore e creare migliaia di posti di lavoro. Adesso per poter portare avanti con serietà questa nuova scelta di vita, dovrò necessariamente sacrificare il mio ruolo nell’azienda che ho fondato e mettere la mia esperienza e il mio impegno a disposizione di una missione in cui credo con assoluta sincerità e determinazione.

Come voi, voglio una nuova politica basata sui valori di ottimismo, fede e speranza.

Sono lontano dalla politica che privilegia gli interessi personali e mi candido per eliminare questa indifferenza che da tanti anni esiste verso gli italiani in Nord America. Una battaglia che affronterò a fianco a Fratelli d’Italia e in sincera e leale alleanza con tutte le forze del centrodestra.

Abbiamo bisogno del vostro voto ed insieme possiamo realizzare il cambiamento che tutti noi desideriamo.

 

Mario Cortellucci

Mario Cortellucci residente a Toronto.

Abruzzese nato a Teramo ed emigrato in Canada nel 1962.

Presidente della Cortellucci Group of Companies Inc. che raggruppa diverse società nel settore dell’edilizia. 

È considerato uno degli imprenditori più rinomati in Canada. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti per la sua attività lavorativa e soprattutto per il suo impegno filantropico in Canada, in Italia e in diverse regioni del mondo.

Ha donato centinaia di migliaia di dollari per la ricostruzione e per le vittime dopo il terremoto in Abruzzo e nel Lazio. Ha finanziato l’arrivo di medicinali diretti ad ospedali del Nicaragua e dell’Africa Occidentale per combattere le epidemie. Ha servito per diversi anni nel consiglio di amministrazione della York Region Police.

Insignito di varie onorificenze dal Governo Italiano e dal Governo Canadese (Ordine dell’Ontario, Commendatore della Repubblica Italia, Queens Golden Jubilee, 150th Commemorative Medal of Canada, Ordine di Vaughan.

Eletto Grand Priory of Canada of the Knights Hospitallers of the Sovereign Order of Saint John of Jerusalem Knights of Malta. Fondatore e dirigente del pluripremiato Downsview Soccer Club.

Sposato con Ginesia Bussoli da cui ha avuto quattro figli.

1. Promozione identità nazionale.  Prima l'Italia e prima gli italiani ovunque essi vivano!

2. Diritto di cittadinanza per tutti quelli che sono nati in Italia da genitori italiani e per i loro figli.

3. Promozione della lingua e cultura italiana all’estero. Rafforzamento dei rapporti bilaterali tra università, incremento borse di studio.

4. Rafforzamento della rete consolare italiana per renderla più efficiente e ancora di più al servizio dei cittadini.

5. Promozione del made in Italy, agevolazione ed incremento scambi commerciali, ricerca, e innovazione con l'Italia.

6. Assistenza sanitaria gratuita in Italia per i nostri connazionali ovunque essi risiedano. Stessi diritti e doveri degli italiani per le tasse sulle prime case. Abolizione della tassa IMU.

7. Adeguamento delle pensioni italiane al costo della vita degli emigrati all' estero.

8. Potenziamento delle strutture culturali e dei mezzi di informazione rivolti ai nostri connazionali all’estero.

9. Promuovere accordi bilaterali per facilitare procedure di emigrazione dei giovani italiani in Nord America.

10. Riforme organi di rappresentanza come il COMITES e il CGIE.

11. Promozione per i collegamenti aerei tra l'Italia e il Nord America

COMMUNICATION MANAGER

Ornella Di Gianfelice
+1.647.999.4011
ornelladigianfelice@live.com

 

Downloads: